Cosa succede quando la passione si incontra con il desiderio di dare una svolta alla propria vita? Questa è la storia di Casa BART, un B&B che ogni anno accoglie all’imbocco della Valle Maira centinaia di ospiti amanti della vacanza sportiva, con una forte specializzazione sui servizi dedicati al cicloturismo.

Villar San Costanzo: This must be the place

Se il cuneese è una terra perfetta per pedalare, con chilometri di strade che fanno brillare gli occhi e battere forte il cuore a chiunque ami andare in bicicletta, Villar San Costanzo è un piccolo paese posto in un crocevia di mete cicloturistiche e non solo. Da lì è possibile raggiungere mitiche destinazioni che hanno fatto la storia del ciclismo, sconfinando dalla Val Maira alla Val Varaita, alla Val Grana, ma anche proseguire sul percorso dell’Eurovelo 8, la ciclovia dedicata all’esplorazione del Mediterraneo.

Casa Bart Augusta e Luca
Casa Bart Augusta e Luca

Augusta, ex marketing manager, e Luca, diplomato ISEF e preparatore atletico, quando si son trovati a scegliere dove collocare il loro buen retiro dedicato alla bici, non hanno avuto dubbi: this must be the place.

Casa Bart: amore a pedali

Nato dalla passione per la bicicletta che ha fatto conoscere, innamorare e poi sposare Augusta e Luca, Casa BART (che riprende il diminutivo all’ISEF di Luca, che di cognome fa Bartolini) nasce con tutti quei servizi che loro due, da cicloviaggiatori, hanno avuto (o avrebbero voluto avere) durante i loro viaggi in bici. Da loro chiunque arrivi in bici o con la bici trova una bike room allarmata e una piccola ciclofficina, la ricarica per l’e-bike, il noleggio bici, un’area lavaggio bici, la lavanderia, palestra e massaggi, una super colazione, possibilità di richiedere degli snack per la gita così come di cenare in struttura, i servizi di transfer, early e late check-in.
Ma a Casa BART si respira davvero l’amore per le due ruote. Se Augusta esprime la sua creatività in cucina, Luca è un eccellente Bike Manager, che può fornire dal semplice consiglio alla ricerca e condivisione di tracce che portino il più possibile a pedalare su strade secondarie, al di fuori del grande traffico, fino all’accompagnamento vero e proprio, essendo un Accompagnatore Cicloturistico della Regione Piemonte. 

casa Bart bike room
Casa Bart bike room

Gravel e Cicloturismo

Trovandosi in bassa valle, a 620 m slm, le opportunità per pedalare nei dintorni di Casa BART sono tantissime e praticabili pressoché tutto l’anno.
In sella ad una bici da gravel o da cicloturismo, adatte ai terreni misti, esistono escursioni facili e pedalabili in mezza giornata, come giri più lunghi che assommano anche un discreto dislivello, fino a dei veri e propri viaggi a tappe, alla scoperta del territorio.
Avete mai visitato la pianura del Saluzzese nel periodo della fioritura dei peschi e dei meli? Il Saluzzese è rinomato per le sue coltivazioni di frutta: kiwi, mele e pesche, appunto. Da marzo a maggio le campagne si tingono di rosa e poi di bianco, e percorrere con lentezza le stradine secondarie che fiancheggiano i frutteti è come assistere alla rinascita della natura.
Per chi ama invece la storia dei piccoli borghi, un po’ di dislivello e pedalare in mezzo ai boschi, la via delle Antiche Borgate è un itinerario che porta alla scoperta di alcune delle 93 borgate che componevano il comune di Roccabruna, sito a pochi km da Villar San Costanzo. Un interessante giro ad anello che, prima di rientrare a Casa BART, include il borgo medievale di Dronero, con il suo Ponte del Diavolo, l’antico Mulino della Riviera risalente al ‘400 e tuttora funzionante, il ponte tibetano sospeso a 20 m sul torrente Maira.
E se amate l’avventura, la goliardia, il mescolarsi di lingue e dialetti diversi che, tra una birra e una tisana, sotto un cielo di stelle, si scambiano racconti su mitici viaggi in bici, sappiate che Villar San Costanzo ogni anno viene sfiorata dalla Turin-Nice Rally, un itinerario permanente di 700 km da Torino a Nizza attraverso le Alpi Liguri, Cozie e Marittime.

Valle Maira Casa Bart
Valle Maira intorno a Casa Bart

Ciclismo su strada e mountain bike 

Se amate il dislivello, l’asfalto e misurarvi con i vostri limiti, sappiate che in provincia di Cuneo ci sono alcune delle salite rese famose dal Giro d’Italia: Colle dell’Agnello, Colle Fauniera, Pian del Re. Per non parlare del Colle della Maddalena e del Colle di Sampeyre. E se siete animati dall’approccio “etico” alla salita, tutte queste scalate leggendarie si trovano nel raggio di 50 km da Casa BART.
Ogni anno a giugno migliaia di ciclisti da tutto il mondo si danno appuntamento a Cuneo per la Granfondo Fausto Coppi, una delle più dure e difficili in Italia.
Ma poiché nella bike room personale di Luca e Augusta c’è anche posto per due MTB, non manca il divertimento per le ruote grasse, anche in bassa valle.
La Strada dei Cannoni è un’iconica via militare, costruita, sullo spartiacque tra la Valle Maira e la Valle Varaita; si imbocca partendo direttamente da Casa BART, raggiungendo i 2300 m per uno sviluppo di 56 km. La sua caratteristica principale è lo strepitoso panorama sulle Alpi Marittime e sulle Alpi Cozie che si gode percorrendola.
Ma anche rimanendo un po’ più bassi, favorito dall’esposizione che lo rende praticabile da marzo a settembre, il Monte Pagliano offre svariati sentieri immersi tra boschi di castagno, alberi da frutta e vitigni, molti di una varietà che si trova solo qui, come l’Albicocca Tonda P.A.T. di Costigliole di Saluzzo e l’uva Quagliano.