Le due ruote sono da sempre il fiore all’occhiello delle Fiandre. Non solo perché qui si corre la Ronde van Vlaanderen – la Classica che ha reso la destinazione una vera mecca per gli appassionati di ciclismo – ma perché la bicicletta è nel DNA dei fiamminghi ed è il mezzo perfetto per scoprire e vivere questa regione nel Nord del Belgio.  

Nelle Fiandre le brevi distanze, i dislivelli alla portata di tutti e l’ottima infrastruttura ti permettono di godere di un’esperienza di vacanza rigenerante e autentica, lungo piste ciclabili che costeggiano spesso fiumi o i caratteristici canali, alternando passaggi nelle città d’arte quali Bruges, Gent o Anversa, tutte estremamente bike friendly, a momenti immersi in una natura inaspettata, tra brughiere, dune, foreste, pascoli e frutteti. Il tutto al tuo ritmo, senza perdere mai l’orientamento grazie al pratico sistema dei “nodi”, ovvero gli incroci numerati della fittissima rete di ciclabili, che permettono di costruire e seguire il proprio itinerario in maniera estremamente semplice, anche solo per brevi percorsi da vivere come escursione all’aria aperta di qualche ora partendo da una città.  

In bici nelle Fiandre, itinerari iconici
In bici nelle Fiandre, itinerari iconici

9 Itinerari Ciclabili Iconici 

Se il tuo obiettivo è invece una vera e propria vacanza in bicicletta nelle Fiandre, puoi facilmente costruire dei percorsi a più lunga percorrenza, considerando anche che qui i servizi per i cicloturisti sono ricchi: facilità di trasporto in treno o traghetto, parcheggi per le bici, bike hotel. Per un’esperienza di questo tipo, il consiglio è di seguire uno o più Itinerari Ciclabili Iconici, o Iconic Routes, che toccano il meglio dei paesaggi delle Fiandre. Sono nove, coprono più di 2.500km, sono segnalati in entrambe le direzioni e presentano vari livelli di difficoltà, dai più pianeggianti ai più collinari. Puoi sceglierne uno oppure combinarli tra loro. Trovi tutti i dettagli, incluse le tracce GPS, su www.fiandreinbici.com, intanto ecco i nove itinerari: 

Nel pensare al tuo viaggio, considera che una vacanza a due ruote nelle Fiandre non significa solo bicicletta. Oltre alle soste nella natura, puoi soffermarti davanti ad opere d’arte contemporanea o antichi capolavori pittorici, architetture di secoli passati o immergerti nel più recente patrimonio industriale. E in quanto a tappe per rifocillarsi, la gola sarà soddisfatta: la combo birra belga e bici è ormai assodata, ma potrai anche assaporare piatti e ingredienti tipici delle singole località, dalle patatine fritte alla belga alle crocchette di gamberetti sulla costa.  

In bici nelle Fiandre, itinerari iconici
In bici nelle Fiandre, itinerari iconici

Le parole di chi ci è stato 

I ragazzi di Enough Cycling hanno trascorso tre giorni in bikepacking sulle Iconic Routes delle Fiandre, tra l’itinerario Kempen, quello della Mosa e quello delle Colline. Ecco un estratto del loro racconto di viaggio. 

 “Siamo partiti da Lovanio […], quindi abbiamo colto l’occasione per fare un giro sul percorso dei mondiali 2021 e sentirci un po’ Alaphilippe e Elisa Balsamo. Ok, forse andavamo un po’ più piano e qualche sosta al bar l’abbiamo anche fatta. Anche perché Lovanio è la capitale della birra belga: non a caso c’è anche quello che chiamano “il bar più lungo del mondo” ovvero una distesa infinita di bar uno attaccato all’altro. Quante tappe fare, questo sta a voi. […] 

In bici nelle Fiandre, itinerari iconici
In bici nelle Fiandre, itinerari iconici

Siamo sull’itinerario di Kempen e la prima (tappa, ndr) è pedalare sugli alberi, che è proprio una figata. Dopo aver girato un po’ sulla ciclabile sospesa tra gli alberi ci spostiamo al Ter Dolen per il pranzo: un piccolo birrificio a conduzione familiare, dove il proprietario ci mostra il processo produttivo prima di farci assaggiare tutte le birre che producono. E non sono poche. 

Noi però reggiamo ancora bene e si riparte per pedalare in mezzo all’acqua prima di arrivare alla nostra meta del giorno. Pedalare sotto il livello dell’acqua per qualche metro era un’esperienza che ci mancava: anche qui un drittone che divide per un paio di centinaia di metri uno specchio d’acqua. […] Questo è stato il nostro bellissimo itinerario nelle Fiandre. Se volete farlo potete prendere la traccia da noi, altrimenti via con la creatività e fate la vostra.” 

RIFERIMENTI 
Per saperne di più visita il sito di Visit Flanders  www.visitflanders.com/it