Friuli Venezia Giulia a ruota libera: in bici dalle Alpi al mare Adriatico 365 giorni all’anno


Dieci ciclovie, piste ciclabili e strade sterrate, percorsi adatti alle bici da corsa, alle gravel bike, alle fat bike o alle MTB, fino a itinerari in sella a city bike: il Friuli Venezia Giulia è la meta perfetta per gli amanti delle due ruote per 365 giorni all’anno.

La particolare collocazione geografica della regione, punto di collegamento tra le Alpi e l’Adriatico, offre la possibilità di scegliere tra innumerevoli e spettacolari contesti ambientali. Boschi tranquilli, cime ardite e percorsi leggendari attendono i cicloturisti in montagna, lagune tranquille e falesie a picco sul mare invece è quello che offre la costa. Nel cuore della regione si incontra invece lo spettacolo del grande fiume Tagliamento, colline vitate dove si producono grandi vini bianchi, borghi rurali e piccole città storiche dove scoprire la cultura, le tradizioni e le specialità dell’enogastronomia regionale.

Friuli Venezia Giulia Ciclovia Alpe Adria FVG1 Laguna di Grado photo: NicolaBrollo
Friuli Venezia Giulia Ciclovia Alpe Adria FVG1 Laguna di Grado photo: Nicola Brollo

Le Ciclovie del Friuli Venezia Giulia

Al centro della proposta cicloturistica del territorio spiccano le diverse ciclovie individuate con il Piano Regionale della Mobilità Ciclistica (PRe- MoCi), iniziativa adottata nel 2022 che ha reso il Friuli Venezia Giulia una delle poche regioni italiane ad avere un piano di prim’ordine riguardo al mondo bike, nonché dei biciplan strutturati per ben 50 comuni del territorio.

Le ciclovie, ognuna con le proprie peculiarità e caratteristiche, permettono di esplorare la regione unendo paesaggi mozzafiato, cultura, enogastronomia e divertimento.

Ciclovia dei vigneti FVG3d Dolegna del Collio ©Luigi Vitale
Ciclovia dei vigneti FVG3d Dolegna del Collio ©Luigi Vitale

Ciclovia Alpe Adria (FVG1)

Regina delle ciclovie regionali è la Ciclovia Alpe Adria (FVG 1), uno degli itinerari più premiati d’Europa che dai monti alla laguna attraversa la regione incrociandone la storia, la cultura e le tradizioni. Un percorso transfrontaliero che, congiungendo Salisburgo con Grado in 415 km, supera il confine delle Alpi arrivando all’Adriatico tra paesaggi mozzafiato e luoghi colmi di storia come i siti UNESCO di Palmanova e Aquileia, i Borghi più Belli d’Italia di Venzone e Strassoldo e la città di Udine, culla dei tesori del Tiepolo.

La Ciclovia Alpe Adria è un vero e proprio concentrato di Friuli Venezia Giulia, dove la vicinanza con altri Paesi ha regalato al territorio una vocazione internazionale che si respira pedalata dopo pedalata. Le tappe in Friuli Venezia Giulia della FVG1 sono Tarvisio – Venzone – Udine – Grado: 175 km di soddisfazione per gli amanti delle due ruote.

Ciclovia del mare Adriatico (FVG2)

Ciclovia Mar Adriatico FVG2 Laguna di Marano photo: Lorenzo Biaggi
Ciclovia Mar Adriatico FVG2 Laguna di Marano photo: Lorenzo Biaggi

Nei pressi di Aquileia la FVG1 incrocia la Ciclovia del mare Adriatico (FVG2) che collega Trieste a Venezia e il cui tracciato corrisponde ad altre due ciclovie europee: Eurovelo 8 ciclovia del Mediterraneo che unisce la spagnola Cadice ad Atene e l’AdriaBike, che parte dalla Slovenia (Kraniska Gora) e scende fino a Gorizia – che nel 2025 insieme alla vicina Nova Gorica (Slovenia) sarà Capitale europea della cultura – per poi raggiungere Trieste e proseguire verso Venezia con un’appendice fino a Padova e Ravenna.

L’AdriaBike è il punto finale della ciclovia Monaco-Venezia e in Friuli Venezia Giulia unisce Lignano Sabbiadoro con Trieste: un itinerario lungo la costa attraverso il sito UNESCO di Aquileia, con la possibilità di percorrere alcuni tratti navigando su barche attrezzate per il trasporto di bici. Le tratte sono Venezia – Caorle – Lignano Sabbiadoro – Grado – Trieste per una lunghezza totale di 260 km di cui 136 km in Friuli Venezia Giulia.

Ciclovia Pedemontana (FVG 3)

La ciclovia corre ai piedi delle Prealpi attraversando borghi, paesi con le tipiche architetture rurali di pietra e le zone vitivinicole da cui nascono i rinomati vini bianchi del Friuli Venezia Giulia: dal territorio delle Grave, fino alle DOC Colli Orientali del Friuli e Collio. Il percorso ha poco dislivello ed è formato di piste ciclabili, facili sterrati e strade a traffico limitato.

L’itinerario inizia a Sacile, nota cittadina definita il giardino della Serenissima, e termina a Gorizia, attraversando il sito Unesco di Cividale del Friuli; mentre seguendo gli anelli si raggiunge il sito UNESCO Palù di Livenza e alcuni dei Borghi più belli d’Italia. Le tappe della FVG3 in Friuli Venezia Giulia sono Sacile – Maniago – Gemona del Friuli – Cividale del Friuli – Gorizia per una lunghezza totale di 180 km.

Ciclovia del Tagliamento (FVG6)

Ciclovia del Tagliamento FVG6 Gemona Del Friuli Photo: Manuela Maiulini
Ciclovia del Tagliamento FVG6 Gemona Del Friuli Photo: Manuela Maiulini

Un viaggio ideale per conoscere il Friuli Venezia Giulia è quello che si può intraprendere seguendo il corso del fiume Tagliamento, l’ultimo grande fiume “naturale” d’Europa. La ciclovia FVG6 costeggia proprio i due lati del cosiddetto Re dei fiumi: il cicloturista, partendo dalla città alpina di Tolmezzo, può ammirare una gran varietà di paesaggi, dalle Alpi Carniche alle colline moreniche di San Daniele del Friuli e alla pianura friulana fino a raggiungere il mare a Lignano Sabbiadoro.

La particolarità di questa ciclovia è di essere composta da due tracciati paralleli separati dal fiume che vanno a formare un grande anello che si può percorrere in 6 giorni attraversando territori diversi e riprendendo l’auto nel punto di partenza. Le tappe lungo la sponda destra sono Tolmezzo-Spilimbergo-San Vito al Tagliamento-Lignano Sabbiadoro per un totale di 142 km, mentre quelle lungo la sponda sinistra sono Tolmezzo-San Daniele del Friuli – Codroipo – Lignano Sabbiadoro per un totale di 146 km.

Intermodalità: sostenibilità negli spostamenti sul territorio

Il Friuli Venezia Giulia è una regione che offre ai cicloturisti la possibilità di spostarsi con i mezzi di trasporto pubblico insieme alla propria bicicletta: durante tutto l’anno i treni regionali Trenitalia hanno riservato dei posti per il trasporto delle biciclette come pure il servizio ferroviario Udine-Cividale e il Micotra, il treno che collega due volte al giorno Udine a Villach in Austria e i sabati e domeniche anche Trieste – Villach. Entrambi i servizi sono gestiti dall’operatore Ferrovie Udine-Cividale.

Nella stagione estiva l’offerta si amplia con l’attivazione dei servizi BICIBUS e BICI+BARCA, che collegano le località balneari di Grado e Lignano Sabbiadoro a Trieste, Aquileia, Muggia, Marano Lagunare. Lignano è collegata a Bibione dal passo barca sul fiume Tagliamento.

Per tutte le informazioni: www.turismofvg.it/it/bike